Bonolis “Passa a Mediaset”.

Pubblicato: giugno 5, 2009 da snavigando in Tv & spettacolo
Tag:, , , , ,

Bonolis attacca la Rai:”Dopo il successo avuto a Sanremo,neanche un grazie o un invito a rifarlo”

Paolo Bonolis e Pier Silvio BerlusconiAlla presentazione di Paolo Bonolis che ritorna in casa Mediaset.«Non sono io a non voler più condurre il Festival di Sanremo. E’ la Rai che non me l’ha chiesto!».

Il motivo dell’incontro è dato da parecchie dichiarazioni e anticipazioni, ma tutto, dopo la sparata su Sanremo, passa in secondo piano. Il contratto in esclusiva con Mediaset fino al 31 dicembre 2011, a partire dal ritorno a settembre di Paolino e del fido Luca Laurenti con Chi ha incastrato Peter Pan?
C’è addirittura la semiammissione di una co-conduzione di Bonolis e Maria De Filippi per la seratona dei Grammy Awards italiani (la De Filippi ne ha acquistato i diritti dall’America e a Cologno se ne parla da settimane)

La ripartenza nella primavera 2010 del Senso della vita sempre su Canale 5 ma in orari, come sottolinea lo stesso Bonolis, «dove non mi tocca scoperchiare tombe o chiacchierare con i vampiri».

Ma, anche davanti a tutte queste notizie, lo sfogo su Sanremo ha una valenza doppia, tripla, anzi di più. Le facce dei dirigenti Mediaset sono smarrite. Le occhiate si incrociano. Ma Paolo, che da circa tre mesi e qualche settimana morde il freno, prende il microfono e spara le sue cartucce: «Dico la verità. Quando è finito il Festival, visti i risultati, mi sarei aspettato almeno una telefonata, un grazie. Fabrizio Del Noce e Claudio Cappon l’hanno fatta ma erano dimissionari e di lì a poco se ne sarebbero andati. Mi aspettavo che almeno uno tra nuovo presidente, direttore generale o direttore di Raiuno alzasse il telefono. E magari mi chiedesse: “per favore rifai il Festival? E dài, pensaci e facci sapere”. Se me lo avessero chiesto avrei condotto ancora il Festival anche se non è stato certo per questo che ho deciso di tornare a Mediaset. Mi scuso con i presenti ma ci sono rimasto proprio male».

Bonolis: «Credo che un evento importante come il Festival, alla fine, sarà gestito bene da persone sicuramente all’altezza. Ma certo è che se ci fosse stata, Mediaset permettendo, anche una sola, minima possibilità che lo ripresentassi io, la Rai se l’è giocata e anche male!». Già si immaginano le repliche da parte Rai e sicuramente la partita del botta e risposta è destinata a durare per un po’, visto che al momento uno dei nervi scoperti del prossimo palinsesto di Raiuno è proprio il Festivalone. Non solo non c’è un papabile, ma fondamentalmente non c’è personaggio che si possa immaginare porti la kermesse ai livelli del Bonolis 2009. Per finire, spazio a una battuta, una sola: «L’unico rammarico che ho avuto venendo qui a Cologno è che, dopo la conferenza di Chiambretti che era riuscito a portare Piersilvio in un’ex casa del popolo comunista per presentare il suo programma, anch’io avevo un desiderio: annunciare il mio ritorno in un club di tifosi dell’Inter. La risposta è stata perentoria: dai comunisti sì, ma dai nerazzurri mai!».

Foto|lastampa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...